Non è vero

Io stavo scendendo in strada per comprare delle sigarette,
tre passi e ci ho ripensato: avevo voglia di un giornale.
Ma non è vero, non sono sincero, volevo telefonare,
no, io volevo venire, volevo volare, volevo parlare con te.
Ho preso la macchina e sto correndo, manca poco a te,
mi sono fermato per fare benzina
ed ho visto un piccione volare.
Ma non è vero, non sono sincero, non è che volessi parlare,
no, io volevo vederti, volevo toccarti, io voglio sposarti,
io voglio dei figli da te.
Io sono nella tua via, mi mancano solo quattro piani.
li faccio di corsa, mi apri la porta, ti dico ciao amore.
Ma non è vero, non sono sincero, ti fumo in una sigaretta,
ti leggo nel mio giornale che stampo per me,
che invento per te e per me.