L'umana nostalgia

Io amo gli uomini e le donne accese
che insieme stanno uscendo dagli schemi,
che sanno fare a pezzi porte chiuse
soltanto per trovarsi più vicini.
Che è solo la paura di soffrire
a trasformare in pianto i paradisi.

Il suono che si perde nel rumore
e non siamo più capaci di sorrisi.
E intanto viaggeremo senza scampo
puntando solo a ciò che non finisce.
E gireremo in lungo e in largo il tempo
in cerca dell'abbraccio che ci unisce.

E' questo che ci spinge da più vite
ad essere completi e definiti.
E' questo che inseguiamo dall'inizio
nel sogno di momenti illimitati.
Ora mi sembra più chiaro:
saranno corse i nostri passi
seguendo i riflessi dell'anima.