Il mio esistere

Oggi mi sono svegliato in un raggio di sole
entrato con pace per dare la luce,
per dare la luce alla mia testa,
dopo mi sono trovato disteso in un letto,
vicino ad una voce che non parlava
e con il suo silenzio cantava di tutto.

Forse è successo qualcosa, forse soltanto
sono stato più attento a quello che sono,
a quello che ho dentro, a quello che sento,
dentro ho sentito una voglia di aprire la testa,
di aprire le braccia, di darmi alla gente,
di darmi alle cose, di darmi a me stesso.

Quando sorrido cerco sorrisi
spesso ritorna solo violenza,
quando son solo sono con tutti
gli altri san solo di essere soli,
ma non importa Il mio esistere è così
basta dare, non esiste il problema di avere.

Voglio bruciare i vestiti, strappare le scarpe
avere del fuoco per non aver freddo
capire che è dentro il caldo che cerco.
Voglio riuscire ad entrare nel raggio di sole
che è entrato con pace per dare la luce,
per dare la luce alla mia testa.
Io lo so il mio esistere è così,
basta dare, non esiste il problema di avere.